CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE| Tema di Gennaio: l’Inverno!

CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE FAI DA TE (e non solo).

Ho iniziato a fare la carte tematiche per un’esigenza puramente personale: giocare con il mio bimbo. E devo dire che da subito sono state molto apprezzate!

Non avendo trovato in giro qualcosa che potesse coprire tutti i termini come avevo in mente, ho preso carta e penna (virtuali) e mi sono messa all’opera. Ho così composto dei primi mazzi che sono andati via via ad aumentare con il tempo.

PREMESSA: lo stile montessori vorrebbe che le carte fossero immagini reali, ma (scelta assolutamente personale) ho preferito renderle più attrattive con i disegni che risultavano decisamente piú colorati.

CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE SCARICABILI GRATUITAMENTE!

scarica gratuitamente LE TUE CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE

CONSIGLIO: scarica il pdf, taglia i rettangoli delle carte e plastificale in modo che siano resistenti ad acqua/bave/starnuti! 🙂

Sostieni il blog con un caffé:

Scegli un importo

€0,50
€1,00
€1,50

O inserisci un importo personalizzato


Apprezziamo il tuo contributo.

dona
iscriviti gratuitamente alla newsletter di giulia conla giacca rosa per ricevere gratuitamente le prossime carte tematiche o delle nomenclature

Per ricevere le card direttamente sulla tua mail:

COME UTILIZZARE LE CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE.

Adesso che, in un modo o nell’altro, vi siete procurati le vostre carte tematiche non resta da fare altro che utilizzarle…ecco quindi alcuni spunti che ho preso e appreso dal blog Going Natual:

Presentazione per un bambino piccolo che deve ancora assimilare i vocaboli

Dotarsi di una copia di carte tematiche dell’argomento prescelto e presentargliele una ad una, seduti accanto a lui vicino ad un tavolino; dire chiaramente a voce alta il nome di ciò che è rappresentato sulla carta, lasciare che il bimbo la osservi e la manipoli poi porla sul tavolo, passando alla carta successiva. Dopo aver scorso tutte è possibile interrogarlo con domande del tipo “dov’è il gatto?” ed aspettare che individui la carta corrispondente.

Presentazione per un bambino che ha già appreso i vocaboli

Dotarsi di due mazzi di carte uguali e distribuire le carte del primo su di un tappeto, in fila; prendere una carta dal secondo mazzo e metterla accanto alla prima mostrando al bimbo come fare per più carte finché non avrà capito lo scopo del gioco e lasciarlo poi fare in autonomia: l’uso dei due mazzi racchiude in sé il controllo dell’errore.

Gioco del riconoscimento

Mettere tre carte sul tavolo, osservarle e commentarle ricordandosi di scandire bene il nome dell’oggetto rappresentato dopodiché chiedere al bambino di indicare uno tra gli stimoli rappresentati, andando ad esaurimento (es. ci sono un gatto, un cane e un maiale chiedergli “ Dove è il cane?”). Con bambini di 4 o 5 anni è anche possibile partire dalla descrizione e invitarli a indicare e nominare l’oggetto giusto (es. chiedere “dov’è l’animale con la coda, le orecchie lunghe e che abbaia? come si chiama?).

Gioco dell’associazione dei colori

Procurarsi un foglio colorato per ogni colore che si vuole insegnare, cominciando con soli due colori, ad esempio verde e rosso. Scegliere tra le carte a disposizione solo oggetti dei due colori prescelti e mischiarle dopodiché iniziare a girarle una alla volta, disponendole accanto al foglio colorato corrispondente.

Gioco delle categorie

prendete da due a quattro mazzi singoli di categorie (es. veicoli e gli animali). Disponete due carte, una per categoria su un tavolino, mischiate le altre disponete coperte sul tavolino. Invitate il bimbo a girare una carta alla volta e ad impilarla sulle altre già scoperte, nel giusto mazzo. Dapprima cominciate con due categorie molto diverse come quelle proposte, poi aumentate man mano la difficoltà scegliendo categorie più simili, ad esempio frutta e verdura oppure aumentando il numero dei mazzi.

Gioco del fare e del tempo (bambini dai 3 anni in su)

Creare delle carte che raffigurino le azioni principali della giornata, attaccare sul retro di ciascuna del velcro e creare un cartellone dal titolo “COSA HO FATTO OGGI?” Il cartellone, a seconda dell’età del bimbo può essere diviso in 3 sezioni (mattino, pomeriggio, sera) o anche secondo i 7 giorni della settimana (per bimbi delle elementari). Invitare poi il bambino a pescare dalla scatola l’azione svolta e a posizionarla nella giusta sezione del cartellone e, prima di andare a dormire, riguardarlo per fargli raccontare la sua giornata.

Come giochiamo con le card tematiche?

A Noah è piaciuto fin da subito fare il gioco dell’indovina il nome e nonostante ormai conosca perfettamente tutte le carte, ancora mi chiede di giocarci: il nostro mazzo è diventato ormai impegnativo, contiene più di 100 carte e a lui piace potersi mettere ogni volta alla prova a indovinare anche quelle carte non proprio facili per un bambino di nemmeno 3 anni (es: differenza tra penna e matita e così via).

conosciamo su instagram, mi trovi come giulia con la giacca rosa blog
visita lo shop di giulia con la giacca rosa
leggi gli articoli recenti di giulia con la giacca rosa

Bookmark | scarica gratuitamente il segnalibro con la frase e il vaso illustrato per tenere il segno nella tua prossima lettura.

Segnalibri da stampare per lettori compulsivi e non!

Per rendere unici i tuoi momenti di lettura ho pensato a dei segnalibri da poter accompagnare ad ogni libro.

Il segnalibro da stampare di Giulia con la Giacca Rosa Blog

L’idea era inizialmente nata come personalizzazione del regalo per una mia amica. Avendole regalato un libro veniva da se pensare a un segnalibro. E così è nata questa sezione con diversi segnalibri gratuiti pronti da stampare con grafiche, frasi, stampe sempre diversa.

Per non perderti i nuovi segnalibro che arriveranno:

Ricevi i miei nuovi articoli nella tua casella di posta

Istruzioni per l’uso

Scarica il file, stampalo, ritaglia i bordi, sparpaglia i nostri segnalibri fra i tuoi libri del cuore o regalali ai tuoi amici lettori. Usalo per tenere il segno e, se non ti piace sottolineare o prendere appunti sulle pagine, segna sul retro passaggi e parole che ti hanno colpito o pensieri emersi durante la lettura.  

Per un tocco di stile, fora l’estremità e fai passare un filo di spago, un nastro di raso o una nappina.

Sostieni il blog con un caffé:

Scegli un importo

€0,50
€1,00
€1,50

O inserisci un importo personalizzato


Apprezziamo il tuo contributo.

dona

Scopri tutti gli altri segnalibro che ho creato per te:

Cerchi ispirazione per il tuo prossimo libro da leggere?

E se non ti basta, qui ho una sezione dedicata dove raccolgo tutte le recensioni dei libri che leggo!

Ci sono tantissimi contenuti gratuiti da poter scaricare 🙂

Screen-saver Gennaio 2023 | il tuo salvaschermo per telefono illustrato ogni mese!

Gli sfondi – screen saver per il tuo telefono con i miei calendari!

Dopo il grande successo dell’anno scorso, anche per il 2023 riproporrò i calendari da poter utilizzare come blocca schermo.

La novità è che avranno le stesse grafiche dei calendari in vendita 🙂

Per non perdervi le prossime uscite, potete iscrivervi gratuitamente al blog o seguirmi su @giuliaconlagiaccarosablog.

Ricevi i miei nuovi articoli nella tua casella di posta

Scarica il contenuti gratuito e condividilo con i tuoi amici!

Prima di tutto, BUON ANNO NUOVO! Ti auguro un anno all’altezza delle tue aspettative, qualsiasi esse siano. Spero di poter accompagnare una parte della tua quotidianità con i miei contenuti, e che questi siano (come detto prima) in linea con le tue aspettative ed esigenze.

Qui sotto trovi il contenuti gratuito per questo mese.
Mi farebbe piacere sapere se ti è piaciuto e se lo userai!

Lo sapevi che oltre agli screen-saver, ogni mese ci sono i planner mensili gratuiti da poter scaricare?!

Iscrivendoti al blog riceverai ogni mese nella tua mail il planner mensile da poter stampare gratuitamente. Solitamente il materiale vi arriva dopo la prima metà del mese precedente: ad esempio dopo il 15 di dicembre avrete a disposizione il calendario per gennaio 2023 e così via.

Se non vuoi iscriverti al blog perchè anche tu ricevi già troppe mail, ti consiglio di seguirmi su Instagram, dove ogni mese vi avverto quando sono disponibili i nuovi contenuti gratuiti!

Mi trovi come @giuliaconlagiaccarosablog

Le mie proposte per il calendario 2023

Ho pensato a un calendario che fosse appunto versatile, sia da poter appendere in casa che in ufficio e ho pensato a una doppia opzione perchè in fondo non tutti abbiamo le stesse esigenze!

Il primo calendario 2023 che ti propongo ha un aspetto più classico:

Il secondo calendario 2023 che ti propongo può essere utilizzato anche per segnare date importanti

Ho immaginato che questo calendario potessere essere utilizzato anche per segnare compleanni e ricorrenze per chi è un pò smemorato come la suddetta.

Scrivimi per ordinare il tuo calendario 2023!

Potrai scegliere di riceverlo direttamente a casa tua oppure in formato digitale.

Ci sono tantissimi contenuti gratuiti da poter scaricare 🙂

CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE| Tema di Dicembre: Natale!

CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE FAI DA TE (e non solo).

Ho iniziato a fare la carte tematiche per un’esigenza puramente personale: giocare con il mio bimbo. E devo dire che da subito sono state molto apprezzate!

Non avendo trovato in giro qualcosa che potesse coprire tutti i termini come avevo in mente, ho preso carta e penna (virtuali) e mi sono messa all’opera. Ho così composto dei primi mazzi che sono andati via via ad aumentare con il tempo.

PREMESSA: lo stile montessori vorrebbe che le carte fossero immagini reali, ma (scelta assolutamente personale) ho preferito renderle più attrattive con i disegni che risultavano decisamente piú colorati.

CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE SCARICABILI GRATUITAMENTE!

scarica gratuitamente LE TUE CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE

CONSIGLIO: scarica il pdf, taglia i rettangoli delle carte e plastificale in modo che siano resistenti ad acqua/bave/starnuti! 🙂

iscriviti gratuitamente alla newsletter di giulia conla giacca rosa per ricevere gratuitamente le prossime carte tematiche o delle nomenclature

Per ricevere le card direttamente sulla tua mail:

COME UTILIZZARE LE CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE.

Adesso che, in un modo o nell’altro, vi siete procurati le vostre carte tematiche non resta da fare altro che utilizzarle…ecco quindi alcuni spunti che ho preso e appreso dal blog Going Natual:

Presentazione per un bambino piccolo che deve ancora assimilare i vocaboli

Dotarsi di una copia di carte tematiche dell’argomento prescelto e presentargliele una ad una, seduti accanto a lui vicino ad un tavolino; dire chiaramente a voce alta il nome di ciò che è rappresentato sulla carta, lasciare che il bimbo la osservi e la manipoli poi porla sul tavolo, passando alla carta successiva. Dopo aver scorso tutte è possibile interrogarlo con domande del tipo “dov’è il gatto?” ed aspettare che individui la carta corrispondente.

Presentazione per un bambino che ha già appreso i vocaboli

Dotarsi di due mazzi di carte uguali e distribuire le carte del primo su di un tappeto, in fila; prendere una carta dal secondo mazzo e metterla accanto alla prima mostrando al bimbo come fare per più carte finché non avrà capito lo scopo del gioco e lasciarlo poi fare in autonomia: l’uso dei due mazzi racchiude in sé il controllo dell’errore.

Gioco del riconoscimento

Mettere tre carte sul tavolo, osservarle e commentarle ricordandosi di scandire bene il nome dell’oggetto rappresentato dopodiché chiedere al bambino di indicare uno tra gli stimoli rappresentati, andando ad esaurimento (es. ci sono un gatto, un cane e un maiale chiedergli “ Dove è il cane?”). Con bambini di 4 o 5 anni è anche possibile partire dalla descrizione e invitarli a indicare e nominare l’oggetto giusto (es. chiedere “dov’è l’animale con la coda, le orecchie lunghe e che abbaia? come si chiama?).

Gioco dell’associazione dei colori

Procurarsi un foglio colorato per ogni colore che si vuole insegnare, cominciando con soli due colori, ad esempio verde e rosso. Scegliere tra le carte a disposizione solo oggetti dei due colori prescelti e mischiarle dopodiché iniziare a girarle una alla volta, disponendole accanto al foglio colorato corrispondente.

Gioco delle categorie

prendete da due a quattro mazzi singoli di categorie (es. veicoli e gli animali). Disponete due carte, una per categoria su un tavolino, mischiate le altre disponete coperte sul tavolino. Invitate il bimbo a girare una carta alla volta e ad impilarla sulle altre già scoperte, nel giusto mazzo. Dapprima cominciate con due categorie molto diverse come quelle proposte, poi aumentate man mano la difficoltà scegliendo categorie più simili, ad esempio frutta e verdura oppure aumentando il numero dei mazzi.

Gioco del fare e del tempo (bambini dai 3 anni in su)

Creare delle carte che raffigurino le azioni principali della giornata, attaccare sul retro di ciascuna del velcro e creare un cartellone dal titolo “COSA HO FATTO OGGI?” Il cartellone, a seconda dell’età del bimbo può essere diviso in 3 sezioni (mattino, pomeriggio, sera) o anche secondo i 7 giorni della settimana (per bimbi delle elementari). Invitare poi il bambino a pescare dalla scatola l’azione svolta e a posizionarla nella giusta sezione del cartellone e, prima di andare a dormire, riguardarlo per fargli raccontare la sua giornata.

Come giochiamo con le card tematiche?

A Noah è piaciuto fin da subito fare il gioco dell’indovina il nome e nonostante ormai conosca perfettamente tutte le carte, ancora mi chiede di giocarci: il nostro mazzo è diventato ormai impegnativo, contiene più di 100 carte e a lui piace potersi mettere ogni volta alla prova a indovinare anche quelle carte non proprio facili per un bambino di nemmeno 3 anni (es: differenza tra penna e matita e così via).

conosciamo su instagram, mi trovi come giulia con la giacca rosa blog
visita lo shop di giulia con la giacca rosa
leggi gli articoli recenti di giulia con la giacca rosa

Leggi gli articoli recenti:

Planner Mensile da stampare gratis: Dicembre 2022

Il planner mensile da stampare gratis si aggiunge alla tua agenda per un’organizzazione perfetta che, a colpo d’occhio, ti consente di avere una visione di insieme delle cose da fare, degli impegni, degli obiettivi, degli appuntamenti da gestire mese per mese. 

Se trovate questi contenuti interessanti, iscrivetevi al blog!
Riceverete una mail ogni volta che verra’ pubblicato un articolo.

Stampa i tuoi planner con carta riciclata!
Io ti consiglio questo:

Clicca qui per acquistare la box.

Contenuti gratuiti per il 2022 da non perdere:

Organizza la tua agenda con i planner settimanali!

Sei curioso di sapere cosa posso fare per te?

Leggi gli articoli recenti:

CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE| Tema di Novembre: la natura in questa stagione e come ci si veste!

CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE FAI DA TE (e non solo).

Ho iniziato a fare la carte tematiche per un’esigenza puramente personale: giocare con il mio bimbo. E devo dire che da subito sono state molto apprezzate!

Non avendo trovato in giro qualcosa che potesse coprire tutti i termini come avevo in mente, ho preso carta e penna (virtuali) e mi sono messa all’opera. Ho così composto dei primi mazzi che sono andati via via ad aumentare con il tempo.

PREMESSA: lo stile montessori vorrebbe che le carte fossero immagini reali, ma (scelta assolutamente personale) ho preferito renderle più attrattive con i disegni che risultavano decisamente piú colorati.

CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE SCARICABILI GRATUITAMENTE!

scarica gratuitamente LE TUE CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE

CONSIGLIO: scarica il pdf, taglia i rettangoli delle carte e plastificale in modo che siano resistenti ad acqua/bave/starnuti! 🙂

iscriviti gratuitamente alla newsletter di giulia conla giacca rosa per ricevere gratuitamente le prossime carte tematiche o delle nomenclature

Per ricevere le card direttamente sulla tua mail:

COME UTILIZZARE LE CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE.

Adesso che, in un modo o nell’altro, vi siete procurati le vostre carte tematiche non resta da fare altro che utilizzarle…ecco quindi alcuni spunti che ho preso e appreso dal blog Going Natual:

Presentazione per un bambino piccolo che deve ancora assimilare i vocaboli

Dotarsi di una copia di carte tematiche dell’argomento prescelto e presentargliele una ad una, seduti accanto a lui vicino ad un tavolino; dire chiaramente a voce alta il nome di ciò che è rappresentato sulla carta, lasciare che il bimbo la osservi e la manipoli poi porla sul tavolo, passando alla carta successiva. Dopo aver scorso tutte è possibile interrogarlo con domande del tipo “dov’è il gatto?” ed aspettare che individui la carta corrispondente.

Presentazione per un bambino che ha già appreso i vocaboli

Dotarsi di due mazzi di carte uguali e distribuire le carte del primo su di un tappeto, in fila; prendere una carta dal secondo mazzo e metterla accanto alla prima mostrando al bimbo come fare per più carte finché non avrà capito lo scopo del gioco e lasciarlo poi fare in autonomia: l’uso dei due mazzi racchiude in sé il controllo dell’errore.

Gioco del riconoscimento

Mettere tre carte sul tavolo, osservarle e commentarle ricordandosi di scandire bene il nome dell’oggetto rappresentato dopodiché chiedere al bambino di indicare uno tra gli stimoli rappresentati, andando ad esaurimento (es. ci sono un gatto, un cane e un maiale chiedergli “ Dove è il cane?”). Con bambini di 4 o 5 anni è anche possibile partire dalla descrizione e invitarli a indicare e nominare l’oggetto giusto (es. chiedere “dov’è l’animale con la coda, le orecchie lunghe e che abbaia? come si chiama?).

Gioco dell’associazione dei colori

Procurarsi un foglio colorato per ogni colore che si vuole insegnare, cominciando con soli due colori, ad esempio verde e rosso. Scegliere tra le carte a disposizione solo oggetti dei due colori prescelti e mischiarle dopodiché iniziare a girarle una alla volta, disponendole accanto al foglio colorato corrispondente.

Gioco delle categorie

prendete da due a quattro mazzi singoli di categorie (es. veicoli e gli animali). Disponete due carte, una per categoria su un tavolino, mischiate le altre disponete coperte sul tavolino. Invitate il bimbo a girare una carta alla volta e ad impilarla sulle altre già scoperte, nel giusto mazzo. Dapprima cominciate con due categorie molto diverse come quelle proposte, poi aumentate man mano la difficoltà scegliendo categorie più simili, ad esempio frutta e verdura oppure aumentando il numero dei mazzi.

Gioco del fare e del tempo (bambini dai 3 anni in su)

Creare delle carte che raffigurino le azioni principali della giornata, attaccare sul retro di ciascuna del velcro e creare un cartellone dal titolo “COSA HO FATTO OGGI?” Il cartellone, a seconda dell’età del bimbo può essere diviso in 3 sezioni (mattino, pomeriggio, sera) o anche secondo i 7 giorni della settimana (per bimbi delle elementari). Invitare poi il bambino a pescare dalla scatola l’azione svolta e a posizionarla nella giusta sezione del cartellone e, prima di andare a dormire, riguardarlo per fargli raccontare la sua giornata.

Come giochiamo con le card tematiche?

A Noah è piaciuto fin da subito fare il gioco dell’indovina il nome e nonostante ormai conosca perfettamente tutte le carte, ancora mi chiede di giocarci: il nostro mazzo è diventato ormai impegnativo, contiene più di 100 carte e a lui piace potersi mettere ogni volta alla prova a indovinare anche quelle carte non proprio facili per un bambino di nemmeno 3 anni (es: differenza tra penna e matita e così via).

conosciamo su instagram, mi trovi come giulia con la giacca rosa blog
visita lo shop di giulia con la giacca rosa
leggi gli articoli recenti di giulia con la giacca rosa

Planner Mensile da stampare gratis: Novembre 2022

Il planner mensile da stampare gratis si aggiunge alla tua agenda per un’organizzazione perfetta che, a colpo d’occhio, ti consente di avere una visione di insieme delle cose da fare, degli impegni, degli obiettivi, degli appuntamenti da gestire mese per mese. 

Se trovate questi contenuti interessanti, iscrivetevi al blog!
Riceverete una mail ogni volta che verra’ pubblicato un articolo.

Stampa i tuoi planner con carta riciclata!
Io ti consiglio questo:

Clicca qui per acquistare la box.

Contenuti gratuiti per il 2022 da non perdere:

Organizza la tua agenda con i planner settimanali!

Dai un’occhiata al mio shop
e lasciati ispirare!

CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE| Tema di Ottobre (Halloween edition)!

CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE FAI DA TE (e non solo).

Ho iniziato a fare la carte tematiche per un’esigenza puramente personale: giocare con il mio bimbo. E devo dire che da subito sono state molto apprezzate!

Non avendo trovato in giro qualcosa che potesse coprire tutti i termini come avevo in mente, ho preso carta e penna (virtuali) e mi sono messa all’opera. Ho così composto dei primi mazzi che sono andati via via ad aumentare con il tempo.

PREMESSA: lo stile montessori vorrebbe che le carte fossero immagini reali, ma (scelta assolutamente personale) ho preferito renderle più attrattive con i disegni che risultavano decisamente piú colorati.

CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE SCARICABILI GRATUITAMENTE!

scarica gratuitamente LE TUE CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE

CONSIGLIO: scarica il pdf, taglia i rettangoli delle carte e plastificale in modo che siano resistenti ad acqua/bave/starnuti! 🙂

iscriviti gratuitamente alla newsletter di giulia conla giacca rosa per ricevere gratuitamente le prossime carte tematiche o delle nomenclature

Per ricevere le card direttamente sulla tua mail:

COME UTILIZZARE LE CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE.

Adesso che, in un modo o nell’altro, vi siete procurati le vostre carte tematiche non resta da fare altro che utilizzarle…ecco quindi alcuni spunti che ho preso e appreso dal blog Going Natual:

Presentazione per un bambino piccolo che deve ancora assimilare i vocaboli

Dotarsi di una copia di carte tematiche dell’argomento prescelto e presentargliele una ad una, seduti accanto a lui vicino ad un tavolino; dire chiaramente a voce alta il nome di ciò che è rappresentato sulla carta, lasciare che il bimbo la osservi e la manipoli poi porla sul tavolo, passando alla carta successiva. Dopo aver scorso tutte è possibile interrogarlo con domande del tipo “dov’è il gatto?” ed aspettare che individui la carta corrispondente.

Presentazione per un bambino che ha già appreso i vocaboli

Dotarsi di due mazzi di carte uguali e distribuire le carte del primo su di un tappeto, in fila; prendere una carta dal secondo mazzo e metterla accanto alla prima mostrando al bimbo come fare per più carte finché non avrà capito lo scopo del gioco e lasciarlo poi fare in autonomia: l’uso dei due mazzi racchiude in sé il controllo dell’errore.

Gioco del riconoscimento

Mettere tre carte sul tavolo, osservarle e commentarle ricordandosi di scandire bene il nome dell’oggetto rappresentato dopodiché chiedere al bambino di indicare uno tra gli stimoli rappresentati, andando ad esaurimento (es. ci sono un gatto, un cane e un maiale chiedergli “ Dove è il cane?”). Con bambini di 4 o 5 anni è anche possibile partire dalla descrizione e invitarli a indicare e nominare l’oggetto giusto (es. chiedere “dov’è l’animale con la coda, le orecchie lunghe e che abbaia? come si chiama?).

Gioco dell’associazione dei colori

Procurarsi un foglio colorato per ogni colore che si vuole insegnare, cominciando con soli due colori, ad esempio verde e rosso. Scegliere tra le carte a disposizione solo oggetti dei due colori prescelti e mischiarle dopodiché iniziare a girarle una alla volta, disponendole accanto al foglio colorato corrispondente.

Gioco delle categorie

prendete da due a quattro mazzi singoli di categorie (es. veicoli e gli animali). Disponete due carte, una per categoria su un tavolino, mischiate le altre disponete coperte sul tavolino. Invitate il bimbo a girare una carta alla volta e ad impilarla sulle altre già scoperte, nel giusto mazzo. Dapprima cominciate con due categorie molto diverse come quelle proposte, poi aumentate man mano la difficoltà scegliendo categorie più simili, ad esempio frutta e verdura oppure aumentando il numero dei mazzi.

Gioco del fare e del tempo (bambini dai 3 anni in su)

Creare delle carte che raffigurino le azioni principali della giornata, attaccare sul retro di ciascuna del velcro e creare un cartellone dal titolo “COSA HO FATTO OGGI?” Il cartellone, a seconda dell’età del bimbo può essere diviso in 3 sezioni (mattino, pomeriggio, sera) o anche secondo i 7 giorni della settimana (per bimbi delle elementari). Invitare poi il bambino a pescare dalla scatola l’azione svolta e a posizionarla nella giusta sezione del cartellone e, prima di andare a dormire, riguardarlo per fargli raccontare la sua giornata.

Come giochiamo con le card tematiche?

A Noah è piaciuto fin da subito fare il gioco dell’indovina il nome e nonostante ormai conosca perfettamente tutte le carte, ancora mi chiede di giocarci: il nostro mazzo è diventato ormai impegnativo, contiene più di 100 carte e a lui piace potersi mettere ogni volta alla prova a indovinare anche quelle carte non proprio facili per un bambino di nemmeno 3 anni (es: differenza tra penna e matita e così via).

conosciamo su instagram, mi trovi come giulia con la giacca rosa blog
visita lo shop di giulia con la giacca rosa
leggi gli articoli recenti di giulia con la giacca rosa

Planner Mensile da stampare gratis: Ottobre 2022

Il planner mensile da stampare gratis si aggiunge alla tua agenda per un’organizzazione perfetta che, a colpo d’occhio, ti consente di avere una visione di insieme delle cose da fare, degli impegni, degli obiettivi, degli appuntamenti da gestire mese per mese. 

Se trovate questi contenuti interessanti, iscrivetevi al blog!
Riceverete una mail ogni volta che verra’ pubblicato un articolo.

Stampa i tuoi planner con carta riciclata!
Io ti consiglio questo:

Clicca qui per acquistare la box.

Contenuti gratuiti per il 2022 da non perdere:

Organizza la tua agenda con i planner settimanali!

Dai un’occhiata al mio shop
e lasciati ispirare!

CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE| Tema di Settembre: la scuola!

CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE FAI DA TE (e non solo).

Ho iniziato a fare la carte tematiche per un’esigenza puramente personale: giocare con il mio bimbo. E devo dire che da subito sono state molto apprezzate!

Non avendo trovato in giro qualcosa che potesse coprire tutti i termini come avevo in mente, ho preso carta e penna (virtuali) e mi sono messa all’opera. Ho così composto dei primi mazzi che sono andati via via ad aumentare con il tempo.

PREMESSA: lo stile montessori vorrebbe che le carte fossero immagini reali, ma (scelta assolutamente personale) ho preferito renderle più attrattive con i disegni che risultavano decisamente piú colorati.

CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE SCARICABILI GRATUITAMENTE!

scarica gratuitamente LE TUE CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE

CONSIGLIO: scarica il pdf, taglia i rettangoli delle carte e plastificale in modo che siano resistenti ad acqua/bave/starnuti! 🙂

iscriviti gratuitamente alla newsletter di giulia conla giacca rosa per ricevere gratuitamente le prossime carte tematiche o delle nomenclature

Per ricevere le card direttamente sulla tua mail:

COME UTILIZZARE LE CARTE TEMATICHE O DELLE NOMENCLATURE.

Adesso che, in un modo o nell’altro, vi siete procurati le vostre carte tematiche non resta da fare altro che utilizzarle…ecco quindi alcuni spunti che ho preso e appreso dal blog Going Natual:

Presentazione per un bambino piccolo che deve ancora assimilare i vocaboli

Dotarsi di una copia di carte tematiche dell’argomento prescelto e presentargliele una ad una, seduti accanto a lui vicino ad un tavolino; dire chiaramente a voce alta il nome di ciò che è rappresentato sulla carta, lasciare che il bimbo la osservi e la manipoli poi porla sul tavolo, passando alla carta successiva. Dopo aver scorso tutte è possibile interrogarlo con domande del tipo “dov’è il gatto?” ed aspettare che individui la carta corrispondente.

Presentazione per un bambino che ha già appreso i vocaboli

Dotarsi di due mazzi di carte uguali e distribuire le carte del primo su di un tappeto, in fila; prendere una carta dal secondo mazzo e metterla accanto alla prima mostrando al bimbo come fare per più carte finché non avrà capito lo scopo del gioco e lasciarlo poi fare in autonomia: l’uso dei due mazzi racchiude in sé il controllo dell’errore.

Gioco del riconoscimento

Mettere tre carte sul tavolo, osservarle e commentarle ricordandosi di scandire bene il nome dell’oggetto rappresentato dopodiché chiedere al bambino di indicare uno tra gli stimoli rappresentati, andando ad esaurimento (es. ci sono un gatto, un cane e un maiale chiedergli “ Dove è il cane?”). Con bambini di 4 o 5 anni è anche possibile partire dalla descrizione e invitarli a indicare e nominare l’oggetto giusto (es. chiedere “dov’è l’animale con la coda, le orecchie lunghe e che abbaia? come si chiama?).

Gioco dell’associazione dei colori

Procurarsi un foglio colorato per ogni colore che si vuole insegnare, cominciando con soli due colori, ad esempio verde e rosso. Scegliere tra le carte a disposizione solo oggetti dei due colori prescelti e mischiarle dopodiché iniziare a girarle una alla volta, disponendole accanto al foglio colorato corrispondente.

Gioco delle categorie

prendete da due a quattro mazzi singoli di categorie (es. veicoli e gli animali). Disponete due carte, una per categoria su un tavolino, mischiate le altre disponete coperte sul tavolino. Invitate il bimbo a girare una carta alla volta e ad impilarla sulle altre già scoperte, nel giusto mazzo. Dapprima cominciate con due categorie molto diverse come quelle proposte, poi aumentate man mano la difficoltà scegliendo categorie più simili, ad esempio frutta e verdura oppure aumentando il numero dei mazzi.

Gioco del fare e del tempo (bambini dai 3 anni in su)

Creare delle carte che raffigurino le azioni principali della giornata, attaccare sul retro di ciascuna del velcro e creare un cartellone dal titolo “COSA HO FATTO OGGI?” Il cartellone, a seconda dell’età del bimbo può essere diviso in 3 sezioni (mattino, pomeriggio, sera) o anche secondo i 7 giorni della settimana (per bimbi delle elementari). Invitare poi il bambino a pescare dalla scatola l’azione svolta e a posizionarla nella giusta sezione del cartellone e, prima di andare a dormire, riguardarlo per fargli raccontare la sua giornata.

Come giochiamo con le card tematiche?

A Noah è piaciuto fin da subito fare il gioco dell’indovina il nome e nonostante ormai conosca perfettamente tutte le carte, ancora mi chiede di giocarci: il nostro mazzo è diventato ormai impegnativo, contiene più di 100 carte e a lui piace potersi mettere ogni volta alla prova a indovinare anche quelle carte non proprio facili per un bambino di nemmeno 3 anni (es: differenza tra penna e matita e così via).

conosciamo su instagram, mi trovi come giulia con la giacca rosa blog
visita lo shop di giulia con la giacca rosa
leggi gli articoli recenti di giulia con la giacca rosa