Crema pasticcera – la ricetta

La Crema Pasticcera o semplicemente Crema è preparazione di base dolce tipica della pasticceria italiana. Come ogni ricetta della tradizione esistono diverse versioni e numerose varianti. dopo tante sperimentazioni vi  propongo, è Miglior Ricetta di Crema pasticcera per gusto, consistenza e rapidità di esecuzione!

Come preparare la crema pasticcera

Gli ingredienti per la crema pasticcera:

3 tuorli
50 g zucchero
25 g fecola 
250 ml latte 
Scorza di limone non trattato

Procedimenti per ottenere la crema pasticcera perfetta:

Mescolare con una frusta a mano tuorli e zucchero. Aggiungere fecola e scorza di limone e mescolare.

Aggiungere latte e portare a bollore sul fuoco fino a quando si addensa, mescolando continuamente a mano con frusta. Basteranno pochi minuti.

Attenzione: questa dose è indicata per farcire alla perfezione questo stampo senza esuberi di crema. Se la volete utilizzare anche per altro, raddoppiate la dose.


Leggi anche:

Se ti piacciono le mie ricette, seguimi su Instagram e condividi le tue creazioni taggandomi nelle tue foto o stories culinarie!

La mela – forse non sapevi che

la mela, infografica su tutto quello che c’e’ da sapere: da simbolo a come coltivarlo

Qui sotto puoi scaricarla gratuitamente e condividerla taggandomi nel tuo post – storia 🙂

Instagram: giulia_gribaudo_
Facebook: Living & other funny things

Articoli Recenti:

Rubrica libri 4 libri da leggere sotto l'ombrellone.png

Rubrica: 4 libri da leggere sotto l’ombrello!

4 libri da leggere sotto l’ombrellone!
Leggi le mie proposte per delle letture da spiaggia non troppo impegnative ma nemmeno troppo leggere.

Fammi sapere se hai letto qualche titolo:)

#libridaleggere #4libridaleggeresottol’ombrellone #consiglilettura #libri #lettureconsigliate

L’avocado – forse non sapevi che

l’avocado, infografica

Qui sotto puoi scaricarla gratuitamente e condividerlo taggandomi nel tuo post – storia 🙂

Instagram: giulia_gribaudo_
Facebook: Living & other funny things

Articoli Recenti:

Il Basilico – forse non sapevi che

Infografica sul Limone: come coltivarlo, i benefici, la storia e tutto cio’ che bisogna sapere!

Articoli Recenti:

Il Limone – forse non sapevi che

Infografica sul Limone: come coltivarlo, i benefici, la storia e tutto cio’ che bisogna sapere!

Chicken mcNuggets in casa senza uova e gluten free

Prendete una padella da frittura e versate 3 dita di olio di semi di girasole e portatelo a temperatura.

Preparate in un piatto fondo il “collante” che andrà a sostituire l’uovo: 50% farina di riso e 50% latte (io ho usato il parzialmente scremato). Dopo averlo amalgamato con una forchetta lasciate riposare in modo che la farina cominci a tirare il latte. Diventerà una sorta di cremina.

Nel mentre tagliate a bocconcini il pollo e preparate l’impanatura (fondamentale). Dovrete prendere del pan grattato senza glutine e aggiungere dei cracker senza glutine sbriciolati con il mixer. Per due- tre persone abbiamo usato 3 pacchetti mono porzione di cracker e il restante di pangrattato (sempre 50 e 50). Aggiungete sale a vostro piacimento (il consiglio è di non metterne troppo perché potrete aggiungerlo anche dopo la cottura direttamente sulla panatuta).

Una volta preparate le basi, prendete i bocconcini e immergetelo nella cremina e poi nel pan grattato. Quando avrete tutti i bocconcini belli impanati potete friggerli un po’ alla volta nella padella. 3-4 minuti di cottura (la panatuta diventa dorata) e i bocconcini sono pronti. Disponeteli su un piatto con della carta assorbente in modo da togliere l’olio di troppo, aggiungete del sale e poi potrete impiattarli.

Semplici, veloci e molto gustosi!

I poteri della Salvia

La pianta è conosciuta fin dall’antichità per le sue proprietà salutari, ciò che spiega il suo nome, proveniente da “salvus” che significa appunto “sano”. E’ una pianta aromatica e il suo principio attivo si ricava dalle foglie, le quali vengono raccolte nei mesi primaverili ed estivi, visto che questa pianta predilige i climi caldi, mentre si lascia riposare in inverno. Le infiorescenze vengono messe ad essiccare in luoghi ombrosi e conservate in sacchetti di tela o carta. Per conservare bene le foglie fresche, bisogna invece riporle in piccoli vasi di vetro al riparo della luce.

Personalmente ho deciso di essiccare tutta la salvia prodotta durante il periodo estivo e di conservarla in sacchetti di carta in modo tale da poterla utilizzare in diverse forme durante (si spera) tutto l’inverno.

69440667_927533447596792_2457702418461229056_n

Le proprieta’ della salvia:

  • antinfiammatorie
  • balsamiche
  • digestive
  • buona risposta contro la ritenzione idrica

Sicuramente terro’ 2/3 della salvia prodotta ed essiccata per poter fare infusi nel periodo autunnale ed estivo.

Tisana

La ricetta e’ semplicissima, basta mettere in un pentolino delle foglie di salvia (2-4 foglie a persona a seconda del gusto e di quanto forte e’ la vostra salvia) con del limone o lime e l’acqua. Portare il tutto a ebollizione e lasciare in infusione per altri 10-15 minuti.

Nel periodo estivo aggiungo anche un quarto di pesca per rendere l’infuso un po’ piu’ dolce.

Una volta preparate la tisana, verso la bevanda in un bicchiere e dolcifico con un cucchiaino di miele (se volete anche lo zucchero puo’ andare benissimo).

 

 

 

 

Croissant senza glutine e uova

Dopo innumerevoli tentativi, ho finalmente trovato la soluzione. Sei celiaco? Sei allergico alle uova? Mangiare un croissant ti sembra solo un miraggio?

Bene, allora apprezzerete la ricetta veloce veloce per potervi gustare dei cornetti croccanti con il vostro cappuccino mattutino 🙂

INGREDIENTI:

– pasta sfoglia senza glutine (Buitoni)
– marmellata (io ho usato quella di albicocche, ma potete usare la vostra preferita)
– un cucchiaio di miele
– 1 bicchiere d’acqua
– zucchero q.b

67473451_475370576626134_7262749049965510656_n

PREPARAZIONE

Prendete la pasta sfoglia e stendetela sul tavolo. Prendete il bicchiere d’acqua e scaldatelo (non serve portarlo a ebollizione). Prendete il cucchiaio di miele e scioglietelo con l’acqua.

Una volta che la pasta sfoglia si e’ ammorbidita, tagliate la pasta a strisce triangolari (come se fossero le fette di una pizza). Il consiglio e’ di non farle troppo piccole, altrimenti rimarranno molto “pastose” e meno sfogliate.

Prendete un cucchiaino di marmellata e mettetelo sulla base del triangolo, arrotolate (non stringete troppo la marmellata altrimenti fuoriesce dai lati) verso la punta.

Vi lascio un mini video sulla procedura che in realta’ e’ molto facile e veloce:

Schermata 2019-07-30 alle 10.55.53

Per chiudere i croissant prendete un pennellino e intingetelo nell’acqua e miele, passatelo sulla punta e chiudete il croissant.

Una volta disposti tutti i cornetti sulla grata, passate sopra il dorso il pennello imbevuto di acqua e miele. Cospargete poi con lo zucchero e infornate a 180 gradi. La durata dipende da quanto grandi sono i cornetti… una volta che vedrete il dorso dorato, quello e’ il momento giusto per spegnere il forno!

 

 

 

 

 

Dove mangiare a Torino: 4 cucine caratteristiche (e senza glutine)

Non sono da classifiche ma amo immensamente condividere i posti che mi hanno regalato delle emozioni… e dunque eccoci qua. I miei 3 posti preferiti, dove andare vado a mangiare tutte le volte che torno a Torino!

Schermata 2019-05-13 alle 11.38.42Il Vicolo

Una risotteria eccezzionale, una creperia strepitosa e super organizzata anche per celiaci e intolleranti. Il menu e’ qualcosa di strepitoso, con prodotti tipici e locali, gli abbinamenti assolutamente da provare.

€ : media

 

 

 

Schermata 2019-05-13 alle 11.47.06

Poormanger

Non e’ un classico ristorante perche’ trattano principalmente un solo piatto: la patata, o come la chiamano gli inglese “jacket potato” . Anche in questo caso le combinazioni di patate sono sublimi: dalla salsiccia e gorgonzola alle patate puramente vegeratiane. Assolutamente idoneo per celiaci e intolleranti.

€: basso


Schermata 2019-05-13 alle 11.59.40 Eataly – via lagrange

in centro alla via dello shopping il ristorante offre tutte le specialita’ tipiche italiane. Non e’ prettamente organizzato per celiaci e intolleranti ma ha delle ottime proposte che possono andare in contro a tutte le esigenze.

€: medio

 


Schermata 2019-05-13 alle 12.27.01Charlie Bird

Specializzati nella piazza al padellino e nelle farinate, e’ uno dei locali easy di torino dove puoi mangiare e bere in compagnia ascoltando buona musica; si, perche’ il locale organizza numerose serate di musica jazz dal vivo! L’opzione per celiaci e’ ovviamente la farinata che nel loro caso e’ proposta proprio come una normale pizza al padellino (con qualsiasi tipo di condimento).

€: basso

 

 

 

Schermata 2019-03-23 alle 16.47.05

Torta salata senza uova e glutine.

Ingredienti:
1 sfoglia senza glutine (esiste anche la brise’e)Schermata 2019-03-24 alle 19.46.08
250 ml ricotta ( solitamente uso la confezione grande di Santa Lucia)
2 patate
1 confezione di prosciutto a dadi
mezza cipolla
sale q.b.

Tempo di preparazione: 1h

Procedimento:
Generalmente parto dalle patate e dopo averle sbucciate e lavate le taglio a fette in modo che vengano dei piccoli dischetti rotondi. Potete pero’ tagliarle anche a cubetti, il sapore non cambia 🙂

Soffriggo con un po’ di olio mezza cipolla e dopo averla fatta dorare ci verso le patate precedentemente tagliate. Lascio cuocere le patate facendo attenzione che non vengano troppo molli (verranno cotte anche in forno, quindi e’ meglio se le lasciate un po’ piu’ al dente per il momento).
Una volta cotte le patate le metto in una ciotola e aspetto che si raffreddino leggermente. Poi verso la ricotta e il prosciutto a cubetti e mescolo in modo che sia tutto ben amalgamato.

Prendo dal frigo la pasta sfoglia (io la tengo in frigo fino all’ultimo generalmente) e la stendo sul tavolo. Prendo una pirofila e appoggio la pasta in modo che sbordi il bordo per poi fare il ricciolo stile crostata. La sfoglia la appoggio mantenendo la carta forno su cui e’ gia’ arrotolata all’interno della confezione, vado solo a tagliare il contorno che sborda dalla pirofila con un paio di forbici. Con una forchetta bucherello la base della pasta in modo che possa respirare una volta messa in forno. Verso quindi la ciotola con ricotta, patate e prosciutto e stendo il contenuto in maniera che risulti essere il piu’ piano possibile.

Inforno quindi a 200 gradi per 20 minuti ( indicativamente quando la sfoglia diventa color oro significa che la torta e’ pronta!)

Lasciatela sfreddare e servitela! (attenzione, non dev’essere fredda del frigo, tiepidina sarebbe meglio 🙂 )

… e Buon appetito!

Potete pensare di farla anche nella variante patate e peperoni o piselli e prosciutto, mantenendo la base di ricotta sempre con lo stesso dosaggio 🙂

 

Autore:
Schermata 2019-03-23 alle 16.47.05