Shop| Giochi per neonati, carte ad alto contrasto per stimolare la vista!

Non tutti forse lo sanno, ma un bambino appena nato ha una visione di quello che lo circonda molto ridotta. Per arrivare a vedere, come intendiamo noi, bene ci vogliono all’incirca sei mesi: un percorso a tappe che parte da una visione offuscata e in bianco e nero della nostra realtà, per poi passare a una visione via via un pò più nitida delle forme, al riconoscimento in primis del rosso e del verde e poi di tutti gli altri colori.

L’attenzione al bianco e al nero

Ma perché, quindi, i libri in bianco e nero? Perché il contrasto risulta stimolante. Quindi non servono figure complesse, ma bastano geometrie o rappresentazioni stilizzate.

Per accrescere attenzione e sviluppare la  vista dei neonati i libri in bianco e nero sono degli ottimi supporti.  Da una parte li stimolano, dall’altra li aiutano a mantenere alta la concentrazione. 

Le mie carte ad alto contrasto

La mia proposta è pensata apposta per la fascia 0-3 mesi: delle carte in bianco e nero che possano essere appoggiate nella culletta, appese, portate come intrattenimento in macchina.

Acquista il set di carte ad alto contrasto.

Metodi di pagamento:

315519022_1491771424567025_3051932903522666406_n

SET CARTE ALTO CONTRASTO

Set di 6 carte in A5 per un totale di 12 figure ad alto contrasto.

15,00 €

Scrivimi per maggiori informazioni

Seguimi su Instagram

Novità:

gli ultimi articoli del blog

Libri 2022 e #wishlist

Libri 2022

Una lista-promemoria in progress, scritta sia per me sia per chi legge, delle opere su cui ho messo le mani nell’anno 2022: libri, ebook, audiolibri di tutti i generi (romanzi, saggi, fumetti, albi illustrati).

Da appassionata di libri, non posso esimermi dall’amare i segnalibri (perchè no, le orecchie ai libri non si fanno! 😉 )

Quale libro stai leggendo? Quali sono i libri nella tua #tbrlist??
Ti aspetto nei commenti!

Qui sotto trovi la mia personale #wishlist aggiornata:

  1. Saga completa dell’Attaversaspecchi..
  2. Atti di sottomissione di Megan Nolan.
  3. Una vita come tante di Hanya Yanagihara
  4. L’idiota di Dostoevskji

Audiolibri 2022

  1. Libri che mi hanno rovinato la vita, di Daria Bignardi, letto da Daria Bignardi (Audible)
  2. L’arminuta, di Donatella di Pietrantonio, letto da Jasmine Trinca

Romanzi 2022

Prometto di aggiornare quanto più frequentemente possibile questo spazio dedicato ai libri letti durante l’anno 2022, ma non faccio miracoli. Ecco perchè vi consiglio, se volete essere sicuri di stare al passo con tutti i titoli, di seguirmi su Good Reads! Aggiorno la piattaforma con sicuramente più celerità rispetto al blog.

Ti lascio anche il supporto cartaceo stampabile gratuitamente che io ho inserito nella mia agenda.

Romanzi in lettura:

Se volete essere sicuri di stare al passo con tutti i titoli, seguitemi su Good Reads!

È l’unico canale dove riesco in qualche modo a tenere traccia delle letture, in alcuni casi anche delle pagine lette.

Qui sul blog aggiorno di volta in volta le recensioni dei libri letti e terminati.

Romanzi letti:

2. CIRCE,
DI MADELINE MILLER

Recensione qui

Libro letto: "Circe" di Madeline Miller

5. Il canto di calliope,
di Natalie haynes

Recensione qui

Libri letti 2022: "Il canto di Calliope" di Natalie Haynes

6. niente di vero,
di veronica raimo

Recensione qui

Libri letti 2022: "Niente di vero" di Veronica Raimo, candidato premio strega 2022

8. nova,
di fabio bacà

Recensione in arrivo!

Nova, di Fabio Bacà recensione

12.Nel paese delle donne selvagge, di Aoko matsuda

Recensione qui

Libri letti 2022: Nel paese delle donne selvagge di Aoko Matsuda edito da E/O edizioni

13. La cartolina
di Anne Berest

Recensione qui

14. gli scomparsi di chiardiluna
di Christelle dabos

Recensione qui

15. infanzia
di tove ditlevsen

Recensione qui

recensione Infanzia, Tove Ditlevsen, Fazi Editore

16. Uomoni e topi
di John Steinbeck

Recensione qui

iscriviti gratuitamente alla newsletter di giulia conla giacca rosa

conosciamo su instagram, mi trovi come giulia con la giacca rosa blog
visita lo shop di giulia con la giacca rosa
leggi gli articoli recenti di giulia con la giacca rosa

Recensione | Circe, di Madeline Miller

Recensione di Circe di Madeline Miller.

Una rivisitazione godibilissima e colta che espande il mito e trasforma in protagonista indimenticabile una figura in cui siamo abituati a imbatterci quasi di sfuggita.

Figlia del Sole e della ninfa Perseide, Circe cresce fra i Titani imparando a schivare le folgori delle nuove divinità olimpiche.

Paradossalmente, la vita di Circe sembra germogliare davvero da quella che per dei e mortali potrebbe somigliare alla peggiore delle condanne: l’esilio eterno sull’isola di Eea. Tra animali e piante, Circe asseconda la magia e diventa il cuore pulsante di un universo di prodigi, incontri, lotte secolari e sorti illustri.

Ci sembra di sapere tutto della storia di Circe, la maga raccontata da Omero, che ama Odisseo e trasforma i cuoi compagni in maiali. Eppure esistono un prima e un dopo nella vita di questa giovane Dea, che ne fanno uno dei personaggi femminili più fascinosi e complessi della tradizione classica.

Ricevi i miei nuovi articoli nella tua casella di posta

Personalmente ho sempre amato i personaggi della mitologia classica e forse questo mi ha portato ad approcciarmi subito a questa nuova narrazione che ben si inserisce e completa quella raccontata da Omero. Allo stesso tempo siamo molto lontani dalle interpretazioni diffamatorie (Circe seduttrice e prostituta), dalle elucubrazioni allegoriche, dall’implacabile e ferocia dea di Virgilio, dal ritratto in nero di Ovidio e in generale dalla differenza che la figlia del Sole ha sempre suscitato nel corso dei secoli.

Circe viene raccontata attraverso una personalità che oscilla continuamente tra il divino e l’umano.

Dopo aver letto questo capitolo di Madeline Miller, sicuramente nella mia ToBeReadList inserirò il romanzo “La Canzone di Achille” (Sonzogno, 2013).

Qui sotto vi lascio la recensione di Il Canto di Calliope di Natalie Haynes, perchè se vi piace il genere sono sicura che lo apprezzerete.

Ti lascio anche il link per scaricare gratuitamente i miei amati segnalibro! Se li utilizzi nelle tue letture, taggami nelle foto o storie 🙂

Se ti piacciono, visita la mia sezione dedicata e scarica gratuitamente quelli che fanno al caso tuo!

Chi è Madeline Miller?

Madeline Miller è nata a Boston, ha un dottorato in lettere classiche alla Brown University e ha insegnato drammaturgia e adattamento teatrale dei testi antichi a Yale. Attualmente vive a Narbeth, Pennsylvania, con il marito e due figli.

Non sai quale nuova lettura scegliere?
Vieni a leggere le mie recensioni qui!

Leggi gli articoli correlati

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.

Ci sono tantissimi contenuti gratuiti da poter scaricare 🙂

5 PODCAST da ascoltare assolutamente!

Ho pensato di creare una piccola guida su #instagram dove raccolgo tutti i #podcast che ho apprezzato di più…e ovviamente è una lista aperta che spero si allunghi parecchio con il tempo! Quindi ti proporrei prima una cosa:

Qui sotto trovi la lista dei miei podcast del cuore aggiornati a Marzo 2022.

1 Educare con Calma

Il podcast di @lateladicarlotta è stato lo strumento più utile che potessi avere per superare alcuni momenti delicati della maternità con Noah: in primis la perdita di sonno per alcuni mesi della nostra vita. Se siete sulla barca della genitorialità vi consiglio di ascoltare questo podcast perchè potrebbe rivelarsi un utile compagno di avventure.

2 Veleno

podcast Veleno di @pablotrincia è la drammatica e mi permetterei di dire anche sconvolgente storia di sedici bambini che furono allontanati per sempre dalle loro famiglie tra i comuni di Massa Finalese e Mirandola. Oltre al podcast è uscito anche il documentario inchiesta di Pablo in cui viene raccontata l’atrocità attraverso i volti e le voci dei diretti interessa.

3 Qui si fa l’Italia

La storia della nostra Italia come ci saremmo meritati di ascoltarla ai tempi delle superiori: coinvolgente, attenta e piena di aneddoti che fanno (ri)vivere quegli anni di grandi cambiamenti a partire da 2 giugno 1946, dalla nascita della Repubblica Italiana. @lollobaravalle @lorenzopregliasco

4 Stories

Gli attenti aggiornamenti di @cecialiasala che ogni venerdì ci racconta la rassegna della settimana.

5 Morgana

Un podcast di Donne complicate (alcuni dicono), fuori dagli schemi.Per me è un podcast di grandi storie di coraggio, di donne che ce l’hanno fatta rimanendo fedeli a se stesse. A cura di @michimurgia e @chiaratagliaferri .

Qui trovi anche la recensione del libro!

Ricevi i miei nuovi articoli nella tua casella di posta

Ci sono tantissimi contenuti gratuiti da poter scaricare 🙂

Encanto: il nuovo cartone Disney che parla di famiglia!

Trama, trailer e recensione di “Encanto”, il nuovo film d’animazione Walt Disney Animation Studios diretto da Jared Bush e Byron Howard.

Il 60esimo lungometraggio della Walt Disney Studio ci porta alla scoperta della Colombia attraverso le avventure della famiglia Madrigal. Si tratta di una famiglia straordinaria, di una casita magica e dove ognuno (a modo suo) è speciale. La protagonista principale è Maribel, l’unica della famiglia a non aver ricevuto un dono magico.

Il cartone è diretto da Jared BushByron Howard (entrambi registi di “Zootropolis“).

Ad accompagnare le coloratissime e bellissime immagini della storia le splendide musiche originali di Lin-Manuel Miranda, vincitore dell’Emmy®, del GRAMMY® e del Tony Award® (“Hamilton” e “Oceania“).

Ricevi i miei nuovi articoli nella tua casella di posta

La trama di Encanto

La famiglia è al centro di tutto. Una famiglia molto grande all’interno della quale troviamo ben 12 figure con personalità ben delineate e uniche, tra cui spiccano le figure femminili che rappresentano i pilastri non solo dei Madrigal ma anche della comunità in cui vivono.

Tra loro troviamo le sorelle di Maribel, Isabela, che ha il dono di far fiorire tutto e Luisa dotata di una forza straordinaria. Poi c’è mamma Julieta (figlia di nonna Alma) che ha il dono di guarire chiunque con i suoi cibi. Tutte prese ad aiutare il prossimo al punto da tralasciare le incomprensioni presenti all’interno della famiglia e da non prestare attenzione alle paure e alle aspettative degli altri componenti, soprattutto ai dubbi di Maribel che nonostante sia dolce e accomodante non riesce a trovare un suo ruolo e scopo all’interno dei Madrigal. Ma con il tempo arriverà anche per lei l’occasione per dimostrare la sua utilità.

Una catastrofe incombe sulla comunità: la candela sta per spegnersi, la casa sta cadendo a pezzi e tutti stanno perdendo progressivamente i loro poteri. La fine sembra vicina, ma proprio Maribel farà il possibile per tenere tutti uniti e riabilitarsi nuovamente agli occhi della nonna Alma che finalmente capirà, come tutti, che le doti speciali sono dentro ognuno di noi e che basta aspettare l’occasione e il tempo giusto per tirarle fuori. D’altronde la forza della comunità uscirà fuori quando tutti collaboreranno e daranno il loro contributo pur non possedendo poteri magici. Non c’è dono più grande di quello che nasce dall’armonia della diversità.

Guarda il trailer ufficiale di Encanto!

Cosa penso di Encanto?

Ho visto il cartone prima di leggere qualsiasi anticipazione e ho apprezzato tutto: le tematiche, il contesto, le musiche, il fatto che si tratti di un cartone Disney che parla a tutti senza discriminazioni di alcun genere.

Qualche giorno dopo ho iniziato a leggere pareri discordanti, e allora ho pensato che forse quel Encanto di cui tutti parlano in maniera così negativa non era lo stesso che avevo visto io. Ho fatto quindi un rewatch e vi dirò una cosa: mi è piaciuto ancora di più.

Potete guardarlo anche voi sulla piattaforma Disney+ oppure al cinema!
Se invece l’avete già visto, fatemi sapere cosa ne pensate 🙂

Ci sono tantissimi contenuti gratuiti da poter scaricare 🙂

Regalo per la nascita | 3 idee personalizzate

Ne ho create diverse negli ultimi due anni. Questa e’ una delle tante e devo dire che la parte piu’ bella e’ la personalizzazione: dal colore, all’animale che magari si vuole scegliere. E’ un regalo pensato, contenstualizzato (spesso va ad arredare la cameretta del nuovo nato) e ricorda l’evento piu’ bello che ci sia per una nuova famiglia.

Vuoi farti questo regalo o lo vuoi regalare a un tuo conoscente?

Scrivimi via mail o mandami un messaggio su Instagram, mi puoi trovare qui:

2. L’impronta in argilla

Devo ammettere che quando ho aperto il kit per poter fare l’impronta non ero molto entusiasta. Non ne capivo realmente la necessita’.

Oggi, a distanza di due anni, guardo il quadretto con l’impronta del piedino e della mano e sono veramente contenta di averlo ricevuto, fatto quando era appena nato e conservato.

Sembra impossibile che in due anni possano crescere cosi’ velocemente, eppure succede. E’ un dolce ricordo che ci portera’ dietro per sempre.

3. Buono spesa

L’ho messo al terzo posto non per importanza, ma perche’ solitamente e’ qualcosa che non si ama troppo fare.

In realta’, ho apprezzato tantissimo chi si e’ presentato con un buono regalo piuttosto che con l’ennesimo completino magari di 1 mese, indubbiamente bellissimo, ma che poi nella realta’ dei fatti ho sfruttato se tutto va bene 3 volte.

Quanti soldi abbiamo invece speso per i primi due mesi tra creme, cremine, e ci manca questo, manca quell’altro…insomma, tante piccole cosettine che ti rendi conto di averne bisogno solo quando hai il/la piccola/o a casa. E cosa c’e’ di meglio di una gift card?

Credo sia un regalo che in questo caso e’ veramente pensato per il/la nuovo/a nato/a e la sua famiglia; si mette da parte la necessita’ di dover accontentare l’orgoglio e si regala qualcosa che sara’ effettivamente utile.

Ricevi i miei nuovi articoli nella tua casella di posta

Se vuoi scambiare due chiacchiere, mi trovi qui: @giulia_gribaudo_

Se non ti vuoi perdere tutti gli aggiornamenti del BLOG inclusi i contenuti gratuiti da poter scaricare,
vienimi a trovere qui: @giuliaconlagiaccarosablog

Ci sono tantissimi contenuti gratuiti da poter scaricare 🙂

Disney +| Le nuove uscite Marvel e 5 consigli da vedere a Gennaio 2022

Iniziamo il nuovo anno con qualche buon consiglio in tema serie tv. Da quando Disney+ ha cominciato ad espandere i suoi canali, devo ammettere di essermi fatta trascinare da tutti i nuovi titoli che ha portato con se.

Io ve lo dico: E’ ASSOLUTAMENTE DA VEDERE!

Potrebbe essere una serie TV tratta da una reale indagine odierna, e invece e’ tutta fantasia… l’ho trovato strepitoso, curato nei dettagli, geniale.

Si tratta di un dramma in sette puntate dedicato alla tragedia della dipendenza da oppioidi e allo scandalo della Purdue Pharma, responsabile della commercializzazione dell’antidolorifico OxyContin.

Per gli amanti dei film storici e’ un must to watch: basato su un’incredibile storia vera, The Last Duel è la messa in scena di scontri di punti di vista convergenti, fatta non tanto di battaglie di corpi vere e proprie quanto di guerre di opinioni che assumono corporeità nell’atto del duellare.

Tre estranei che condividono la stessa ossessione per il genere true crime si trovano improvvisamente coinvolti in un delitto. Quando si verifica un’orribile morte nell’esclusivo palazzo dell’Upper West Side in cui vivono, i tre sospettano che si tratti di un omicidio e utilizzano la loro grande conoscenza del genere true crime per investigare. Mentre registrano un podcast per documentare il caso, i tre scoprono i segreti del palazzo, che riguardano eventi accaduti molti anni prima.

La serie e’ creata da John Hoffman e Steve Martin con Selena Gomez e Steve Martin.

“Benvenuto sulla Terra” sembra un saluto da rivolgere agli alieni, e in effetti molti di noi potrebbero essere considerati tali, visto quanto poco conosciamo il nostro pianeta.

L’attore Will Smith ha deciso di esplorarne gli angoli più nascosti in “Benvenuto sulla Terra”, una docuserie originale Disney+ di National Geographic

Una serie antologica horror e drammatica che se ancora non l’avete vista dovete correre subito a rimediare (almeno le prime 3 stagioni!). La mia preferita: Asylum, la seconda stagione che si svolge in un manicomio.

Vi lascio il trailer della seconda stagione, fatemi sapere se avevo ragione 😉

Imperdibili gli ultimi due capitoli della saga Marvel disponibili solo su Disney +:

  • Black Widow: la storia della vedova nera che vi consiglio di vedere prima della serie tv Hawkeye.
  • Shang – Chi: un capitolo che si intreccia e spiega le dinamiche dei dieci anelli. Anche in questo caso, vi consiglio di vederelo dopo la Maratona Marvel con l’ordine che trovate nel post qui sotto.

Da fan del mondo Marvel siamo in super attesa per l’uscita sulla piattaforma del nuovo film ETERNAL, in arrivo a partire dal 12 di Gennaio.

Se volete intraprendere l’avventura Marvel dall’inizio, vi lascio i miei supporti per poter vedere tutti i film nel giusto ordine.

  1. Wanda Vision
  2. The Falcon and the Winter Soldier
  3. Loki
  4. Hawkeye

Nell’ultimo anno Marvel si e’ data molto da fare con la realizzazione di queste mini serie (sono una stagione ognuna al momento), in cui si va ancora piu’ a fondo nell’intricata storia a piu’ strati che caratterizza il Mondo di Zio Stan.

Ho particolarmente apprezzato Loki e The Falcon and the Winter Soldier, entrambe un pochetto piu’ articolate; Hawkeye e’ interessante, a tratti decisamente leggere e piu’ vicina al mondo delle serie Disney, ma in fondo e’ ben inserita nella narrazione dei film Marvel.

Wanda Vision ha aperto le porte delle serie Marvel e forse l’aspettativa era troppo alta. E’ da vedere perche’ rappresenta un tassello per la storia dei personaggi, ma non l’ho apprezzato.

Non mi espongo ulteriormente perche’ quando non mi piace qualcosa penso che forse sono io a non aver capito il vero intento del regista; quindi, fatemi sapere se anche voi avete visto e apprezzato queste serie Marvel… oppure no! 🙂

Ricevi i miei nuovi articoli nella tua casella di posta

Ci sono tantissimi contenuti gratuiti da poter scaricare 🙂

5 motivi per regalare un libro a Natale e 3 libri consigliati.

Ancora indecisi su cosa regalare all’amica, alla zia, al collega? Scegliete una buona lettura perché i libri hanno sempre un valore aggiunto e qui sotto trovate 5 buoni motivi per sceglierlo come dono di natale. Ma prima…

Ricevi i miei nuovi articoli nella tua casella di posta

1 E’ pensato

Regalare un libro significa entrare in una libreria e pensare che cosa potrebbe realmente leggere la persona che ricevera’ il nostro dono. Dall’altra parte, chi lo scarterà avrà piacere nell’accorgersi che non si tratta di un regalo qualunque.

2 E’ una forma di amore

Se saprete individuare il genere di libro adatto al destinatario gli regalerete non solo una piacevole compagnia ma anche del tempo per sé: la lettura richiede di ritagliarsi dei momenti privati, per estraniarsi dal caos e dallo stress quotidiano.

3 E’ stimolante

Un libro, di qualunque genere esso sia, aiuta le persone a sviluppare un senso critico, insegna l’italiano, fa riflettere e consente al lettore di immergersi in un mondo fantastico dove ci si può immedesimare e talvolta trovare la soluzione ai propri dubbi.

4 Rimane nel tempo

Mi raccomando di non dimenticare una dedica personalizzata da scrivere nelle prime pagine bianche; in questo modo anche dopo molti anni chi lo aprirà sorriderà pensando a voi.

5 Non passa di moda

Un libro, le sue pagine di carta che nel tempo prendono un odore di vissuto e si colorano di giallo, non passerà mai di moda; in qualunque epoca e momento potrà essere riletto regalando ogni volta sensazioni nuove e diversi spunti di riflessione!

3 Libri consigliati da regalare a Natale

Il Frutto della Passione di Eva Giusti

Qui trovi la recensione

Qui per acquistarlo

Morgana di Michela Murgia e Chiara Tagliaferri

Qui trovi la recensione

Qui per acquistarlo

Ti lascio anche il link per scaricare gratuitamente i miei amati segnalibro! Se li utilizzi nelle tue letture, taggami nelle foto o storie 🙂

Ci sono tantissimi contenuti gratuiti da poter scaricare 🙂

Regali artigianali | guida agli acquisti Natalizi consapevoli

Penso che dopo anni ed anni a dare codici sconto, a far crescere le aziende che vivono e sopravvivono grazie al consumismo, sia arrivato il momento delle persone. Ed e’ proprio alle persone che ho incontrato strada facendo e da cui ho acquistato dei pezzi unici che voglio iniziare.

Non intendo dire che il consumismo sia per forza un qualcosa di negativo (in fondo da da mangiare a una marea di persone), dico pero’ che si e’ persa la ricerca dell’unicita’. Vestiamo tutti i figli nello stesso modo, vestiamo tutti le stesse scarpe… e ripeto, non sto dicendo che ci sia qualcosa di male perche’ sarebbe un argomento decisamente troppo complesso da eviscerare in un post di natale 🙂

Ma almeno ricordiamoci dei regali.

CONOSCIAMOCI SU INSTAGRAM!

Se vuoi scambiare due chiacchiere, mi trovi qui: @giulia_gribaudo_

Se non ti vuoi perdere tutti gli aggiornamenti del BLOG inclusi i contenuti gratuiti da poter scaricare,
vienimi a trovere qui: @giuliaconlagiaccarosablog

La mia risposta e’ qualcosa di unico. Un qualcosa che ho pensato esclusivamente per te, che e’ stato fatto per te e che solo tu avrai.

Per i tuoi acquisti natalizi scegli l’artigianato. So che in una giungla di prodotti scontati a prezzi ridicoli e subito disponibili può essere difficile cambiare abitudine, soprattutto per chi non si è ancora avvicinato al mondo dell’handmade.

Chi conosce il mondo dell’artigianato sa che dietro un prodotto c’è sempre una persona (a volte anche più di una), e dietro ai vostri regali artigianali ci sono loro, le persone che li hanno creati.

Non aspettatevi una lista di “oggetti”, perche’ quelli li sceglierete voi, quanto piu’ una lista di persone a cui affidarsi per i vostri regali natalizi.

  • Articoli con il profumo della Terra Maasai: Pamojashop

SE TI INTERESSANO QUESTI CONTENUTI, ISCRIVITI GRATUITAMENTE AL BLOG QUI SOTTO 🙂

CONOSCIAMOCI SU INSTAGRAM!

Se vuoi scambiare due chiacchiere, mi trovi qui: @giulia_gribaudo_

Se non ti vuoi perdere tutti gli aggiornamenti del BLOG inclusi i contenuti gratuiti da poter scaricare,
vienimi a trovere qui: @giuliaconlagiaccarosablog

Sei curioso di sapere cosa posso fare per te?

Leggi gli articoli recenti:

Ci sono tantissimi contenuti gratuiti da poter scaricare 🙂

YUKA | L’app per fare la spesa piu’ sana.

E’ ormai un mesetto che utilizzo l’app Yuka e mi sento di dire che ci ha aperto un mondo, almeno per quanto riguarda la spesa per la nostra famiglia.

Ma soprattutto, credo abbia demolito tutte quelle sicurezze relative al “se spendo di piu’ per un prodotto, sicuramente sara’ migliore”. E invece no, non funziona cosi’.

Se trovate questi contenuti interessanti, iscrivetevi al blog!
Riceverete una mail ogni volta che verra’ pubblicato un articolo.

Che cos’e’ YUKA?

È appena sbarcata anche in Italia una app francese che ha già 20 milioni di utenti nel mondo, e che potrebbe cambiare in meglio il nostro modo di mangiare, e non solo: si chiama Yuka, si scarica gratuitamente da App Store e Play Store e, con un semplice sistema di scansione del codice a barre, mostra tutte le caratteristiche di prodotti alimentari e cosmetici e ci dice se fanno bene oppure no.

Come funziona l’app Yuka?

Yuka elenca quanti zuccheri, sale, calorie, fibre, grassi saturi e additivi contengono i cibi, e che tipo di sostanze chimiche ci sono invece nei prodotti di bellezza e per l’igiene personale, assegnando a ogni componente del prodotto (prima del prodotto finale) un bollino di un colore diverso a seconda del livello di rischio: senza rischi (disco verde), rischio ridotto (disco giallo), rischio moderato (disco arancione), dischio elevato (disco rosso). In più, in questi ultimi due casi, Yuka indica anche un’alternativa più sana, o con un impatto più basso.

«Per la valutazione dei prodotti alimentari – spiega il team di Yuka – ci basiamo su tre criteri. Il 60% del punteggio è basato sulle caratteristiche nutrizionali del prodotto, determinate in base al metodo Nutri-Score». Si tratta del sistema di etichettatura a semaforo (adottato in Francia e fortemente osteggiato da diversi Paesi dell’Unione) che valuta un prodotto con un certo colore in base al contenuto di sostanze benefiche come le fibre o ingredienti come la frutta, e dannose come grassi saturi e zuccheri causa di diabete e malattie cardiovascolari.

«La presenza di additivi – proseguono i creatori della app – rappresenta poi il 30% della valutazione: si tiene conto delle opinioni di centri scientifici di riferimento come EFSA, ANSES, IARC ma anche di molti studi indipendenti e, in base a questo, ogni additivo si abbina un certo livello di rischio. I dettagli del rischio associato a ciascun additivo, nonché le corrispondenti fonti scientifiche, sono anche riportati nell’applicazione.

Infine il 10% del punteggio è un bonus ai prodotti bio con marchio ufficiale nazionale o europeo che garantiscono l’assenza dell’uso di pesticidi chimici, OGM e gli additivi più controversi». Questo bonus, inoltre, è il primo passo per valutare i prodotti anche in base all’impatto ambientate

YUKA e i prodotti consigliati

Le alternative proposte da Yuka in caso di prodotti mediocri o scarsi, e cioè prodotti simili ma migliori per la salute, vengono poi suggerite in base a un algoritmo che cerca un prodotto della stessa categoria e la disponibilità, in modo che sia facilmente reperibile.

I prodotti che ho cambiato grazie a YUKA

E qui veniamo al bello. Anche perche’ onestamente ho sempre pensato di sapere che cosa stavo comprando, forte del fatto di dover leggere le etichette molto piu’ spesso di una qualsiasi persona normale (chi ha delle allergie/intolleranze mi potra’ capire).

Fortunatamente tutta la mia dispensa di prodotti senza glutine si attesta su una scala piuttosto alta, e cosi’ sono andata avanti.

Qui di seguito trovate la mia lista dei prodotti che mi sono “caduti in basso” dopo la scannerizzazione. Vi lascio anche le alternative migliori (che hanno dell’incredibile).

  • Plasmon 9/100 … ve lo devo dire il costo di ogni pacco? Un salasso
    • Biscotti Prime Pappe (eurispin) 58/100
    • Biscotti per l’infanzia biologici coop 58/100
    • Biscotto Humana 66/100
  • Salviettine Bimbi Care 86/100 1,99€
    • Pampers Sensitive 86/100 2,50€
    • Fria 100/100
    • Fresh & Clean 100/100 1,99€
    • Dermande babycare 100/100
  • Detergente shampoo delicato Mustela 72/100
    • Johnson s baby shampoo 14/100
    • Bagnoschiuma dermatologico Dermande’ 32/100
    • Baby moments shampoo Chicco 39/100
    • Bagnetto biologico “I Provenzali” 45/100
    • Bagnetto primi mesi fissan 73/100
    • Baby Bain Lupilu 93/100 (prodotto Lidl!)
    • Bagnetto corpo/capelli coop 93/100 (prodotto coop)
  • Chilly Delicato 33/100 2,70€
    • detergente coop 58/100
    • felce azzurra 58/100
    • Neutro Med 69/100
    • I Provenzali bio 86/100
    • Biolis Nature 86/100
    • Detergente intimo Cien 93/100 (prodotto Lidl!) 1,99€ !!
  • Deodorante Borotalco 15/100 1,50€
    • Dove deo stick 0/100
    • Deodorante Vichy 90/100 6,00€ !!!
    • Derma Zero Neutro roberts 93/100
    • Aloe deostick Equilibria 100/100 4,50€
    • Soft Roll-on della Coop 100/100 1,39€ !!

Le prime volte a fare la spesa ho letteralmente scansionato ogni singolo prodotto, dopo la scottatura con i Plasmon ho pensato che potrebbe essere tutto green wash o comunque finti prodotti di qualita’. E infatti cosi’ e’ stato.

Fatemi sapere se anche voi avete utilizzato quest’app e se questi confronti vi hanno stupito o eravate gia’ a conoscenza della loro “bonta’ “.

Sei curioso di sapere cosa posso fare per te?